Carlo Furlan, una vita per l’ambiente e per la sua città

DOMENICA 19 NOVEMBRE 2017 ALLE 10,30, presso la Batteria di scarpa di San Zeno in Monte, Via San Zeno in Monte, da poco aperta al pubblico e il cui restauro è stato dedicato alla memoria di Carlo Furlan,

verrà presentato il libro

Carlo Furlan, una vita per l’ambiente e per la sua città
Edizioni Cierre Grafica

Un libro su Carlo Furlan, personaggio politico, cittadino veronese che tanto ha dato alla sua città. Il libro nasce  dal desiderio di non dimenticare Carlo, di conservare la memoria di chi era e di cosa ha fatto.
Scritto da Ivo Conti vede anche le testimonianze di persone che lo hanno conosciuto e stimato: Remo Bresciani, Roberto Facci, Giorgio Massignan, Renato Fianco, Albino Perolo, Paolo Zampieri, Lucio Garonzi, Ermete Realacci, Elena Cardinali.

Le persone che hanno contribuito a realizzarlo, quelle che vi hanno scritto e quelle che vi hanno collaborato da dietro le quinte lo hanno fatto con la convinzione che l’esempio di Carlo, il suo impegno e la sua generosità possano essere un punto di riferimento per chi vuole impegnarsi per gli altri, per la propria comunità e per l’ambiente come lui ha fatto per tutta la sua vita.

Una vita dedicata al volontariato attivo, all’ambientalismo, alle cause civili. A Verona è stato uno dei principali esponenti dell’associazionismo ambientalista. Oltre alle vertenze sul nucleare e su altre importanti questioni ambientali si è distinto per le attività di volontariato ambientale e culturale, che ha ideato e diretto. Tra le più significative: la riapertura della Torre dei Lamberti da parte dei volontari di Legambiente, la ristrutturazione della ex caserma di Naole sul monte Baldo e la sua più importante “visione”, la creazione del Parco urbano delle Mura. Aveva fatto suo lo slogan di Legambiente pensare globalmente, agire localmente. Carlo amava Verona, il suo territorio e le sue bellezze naturali e artistiche, ma non ha mai fatto mancare il suo impegno per le questioni ambientali globali.
Ci lascia all’improvviso nel luglio del 2013 lasciando un grande vuoto nell’associazionismo e nel volontariato veronese

Vi aspettiamo.

Ivo Conti

(per info 348.154.64.67)

immagine-specimen-carlo-furlan